TRINITAPOLI                                      Foggia                    Home Page

 

La Storia di Trinitapoli

Centro del Tavoliere meridionale, situato a sud delle saline di Margherita di Savoia. Il borgo di Casale di Fabbrica sorse presso l’antica Salpi, su un tratto frequentato dai pastori transumanti dell’Abruzzo. Nel 1150 fu donato all’abbazia benedettina di Monte Sacro sul Gargano (ed ebbe nome Casale della Trinità), passando poi al vescovo di Canne e all’ordine del Santo Sepolcro di Barletta. La popolazione si accrebbe per l’immigrazione di abitanti della Salapia romana e, nel 1447, di un gruppo di schiavi. Fu feudo dei della Marra e, dal 1589, commenda dei Cavalieri di Malta. Assunse l’attuale denominazione nel 1863. in agricoltura, ha grande importanza l’orticoltura. Che alimenta un fiorente commercio. L’industria è presente nei settori alimentare (stabilimenti vinicoli, zuccherifici), del vestiario e del mobile.

Sulla piazza del Sagrato prospettano la collegiata (1882-1889), ove si conserva un antico altare proveniente dalla chiesa di Salpi, e il municipio, l’antico palazzo feudale. Il santuario della Madonna di Loreto custodisce una Madonna bizantineggiante. La chiesa della Trinità, o di Sant’Anna, la più antica del paese, ha sulla porta lo stemma dei Cavalieri di Malta.